• Zach Ciappara

L’Italia Sarà il Primo Paese Dove la Sostenibilità Ambientale Verrà Insegnata nelle Scuole 🌎 ✅

  • Il ministro dell'Istruzione sta facendo passi da gigante per aiutare l'ambiente


  • L'Italia attua l'obbligo di 33 ore all’anno di educazione climatica nelle scuole statali



La consapevolezza ambientale è un problema enorme in questo momento. È come se ogni mese venisse condotta un nuovo studio su come la razza umana sta rovinando il pianeta o uccidendo un'altra specie a rischio di estinzione. Le cose devono cambiare.


Beh, il primo passo è quello di educare la gente su ciò che stiamo facendo di sbagliato e su come risolverlo - ed è esattamente ciò che sta succedendo in Italia.


Un curriculum più Verde


In un annuncio, il ministro dell'istruzione Lorenzo Fioramonti ha dichiarato che tutte le scuole statali richiederanno che tutti gli studenti di ogni grado devono studiare la sostenibilità ambientale. Gli studenti saranno istruiti sulle pratiche ambientali positive e su come creare sostenibilità per le generazioni future.


Entro settembre 2020, il piano di 33 ore di lezione all'anno sarà utilizzato come programma che verrà implementato nell'intero curriculum degli studenti, seguendo l'agenda climatica delle Nazioni Unite.


Per i bambini dai 6 agli 11 anni, Lorenzo ha detto, "stiamo pensando di utilizzare il modello delle fiabe", in cui storie di culture diverse saranno utilizzate per dimostrare gli effetti sull'ambiente. Gli studenti delle scuole medie dovrebbero apprendere maggiori informazioni tecniche, mentre gli studenti più grandi esplorerebbero a fondo l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.





Chi è Lorenzo Fioramonti?

Lorenzo Fioramonti è un accademico e politico italiano, e dal 5 settembre 2019 ministro dell'Istruzione. Il ministro dell'istruzione è noto per le sue proposte sulle nuove tasse sui biglietti aerei, e per raccogliere fondi per iniziative educative.


Queste idee hanno dovuto affrontare forti attacchi da parte di critici che dicevano che gli italiani erano già eccessivamente tassati.


Lo scorso settembre, ha anche incoraggiato gli studenti a saltare la scuola per unirsi alle proteste "Il venerdì per il futuro", dove i leader mondiali erano chiamati ad agire nella lotta contro i cambiamenti climatici.


Questo movimento, lanciato nel 2018 dal fenomeno svedese Greta Thunberg, è visto da Fioramonti come un'attività "essenziale". Ha sottolineato che la vita dei futuri studenti è "minacciata dalla devastazione ambientale e da un modello di crescita economica insostenibile".